“Se l’acqua ride”: dal libro allo schermo” – ANTEPRIMA ASSOLUTA

Pubblicato da museonavigazione il

Proiezione anteprima assoluta

“Se l’acqua ride” – prima puntata “Il tempo della secca”

dal libro alla docu-fiction

Battaglia Terme, sabato 26 novembre 2022

Il pluripremiato romanzo “Se l’acqua ride” di Paolo Malaguti è diventato una docu-fiction!

Programma

  • ore 15.30 Visita guidata all’antica chiesa di San Giacomo (Via Maggiore)
  • ore 16.30 Proiezione nella chiesa di San Giacomo (Via Colli Euganei)
  • ore17.30 Brindisi con i protagonisti

Offerta libera
(consigliata 5€: il ricavato verrà interamente devoluto alla Parrocchia di Battaglia Terme)

Prenotazione consigliata
049 525 170
info@museonavigazione.eu

L’idea: dal libro allo schermo

Il paese dei barcari, i racconti di Riccardo Cappellozza e, soprattutto, il Museo della Navigazione Fluviale, hanno ispirato lo scrittore monselicense Paolo Malaguti, classe 1978, per la stesura del suo romanzo, “Se l’acqua ride”, edito da Einaudi, pluripremiato, giunto al secondo posto al prestigioso Premio Campiello di Venezia 2021.

Attratta dalla storia raccontata e dal suo valore formativo culturale e turistico promozionale, TVB – Traditional Venetian Boats, l’associazione presieduta da Maurizio Ulliana, che gestisce il Museo Civico della Navigazione Fluviale, ha concordato con l’autore la compartecipazione al 50% dei diritti di trasposizione cinematografica e teatrale dell’Opera. In tempi rapidi sono stati cointeressati la casa di produzione Videolab di Padova, il regista Michele Angrisani ed il direttore della fotografia Michele Parisi, che ben volentieri hanno deciso di intraprendere questa nuova avventura, insieme a Paolo Malaguti e TVB.

Il progetto prevede 10 puntate, di circa 30’ minuti ciascuna. Paolo Malaguti e Michele Angrisani hanno co-sceneggiato la prima puntata, le cui riprese sono state realizzate a Battaglia Terme fra giugno e luglio 2022, con una temperatura molto calda.

Lo scopo della docu-fiction non è solo quello di raccontare la storia dei barcari descritta nel romanzo, sia pur con una trasposizione ai giorni nostri. Nella prima puntata si è voluto affrontare il un tema attualissimo della siccità e dell’incuria delle vie d’acqua, vissuto in diretta, al punto di imporre una modifica della sceneggiatura.

Le riprese a Battaglia Terme

Le riprese, iniziate a fine giugno e concluse verso la metà di luglio, hanno coinvolto gli abitanti di Battaglia Terme. Sono stati organizzati dei casting per selezionare gli attori ed è stata prevista la partecipazione di collaboratori e comparse di tutte le età.

Durante le diverse settimane di riprese, il problema della siccità e l’occlusione del canale per l’esplosione della vegetazione fluviale, a causa del caldo anomalo, hanno creato più di una difficoltà.

La mancanza di acqua ha impedito di utilizzare le barche previste all’origine, rimaste in “secca”, e ha reso più difficoltoso girare le scene lungo il canale. Nonostante ciò, tutto è riuscito a concludersi in maniera eccellente, fornendo anche una visione differente ed attualizzata del paesaggio circostante.

I protagonisti

Al centro di quest’opera cinematografica sono i protagonisti della storia: il giovane Ganbeto (interpretato dall’adolescente Umberto Menapace) che viene avviato al mestiere di barcaro sulla barca del nonno Caronte (l’ex barcaro Loris Verganesi). A loro due, a bordo del battello, si unisce il padre di Ganbeto (interpretato dal quotato attore professionista Silvio Comis). Completano il cast principale la madre di Ganbeto, (Roberta Zerbetto, guida del Museo); Scaia, il migliore amico di Ganbeto (il giovane esordiente Francesco Angrisani); Paolo Malaguti e Maurizio Ulliana, nella parte di se stessi.

Veneto Film Commission al Festival del Cinema di Venezia

Dopo la presentazione pubblica del progetto col titolo “In cerca dell’acqua che ride” a giugno a Battaglia Terme, la prima uscita pubblica con un trailer è avvenuta in occasione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

La Regione Veneto ha programmato la partecipazione di “Se l’acqua ride” nell’ambito dello spazio della Veneto Film Commission, presso l’hotel Excelsior del Lido di Venezia, con la proiezione di un’anteprima ridotta per un pubblico selezionato di addetti ai lavori, il 10 settembre 2022.

Con l’intervista del giornalista e scrittore Marco Crema, gli ideatori del progetto e i finanziatori hanno potuto presentare, con un breve video, la docu-fiction e illustrare le loro intenzioni in futuro.

L’anteprima assoluta a Battaglia Terme

Sabato 26 novembre 2022, a Battaglia Terme, sarà proiettata in anteprima assoluta, la versione definitiva della prima puntata della docu-fiction.

La location prescelta è significativa degli intenti del promotore Maurizio Ulliana: valorizzare la navigazione fluviale, le storie dei barcari, Battaglia Terme.

Le due chiese di San Giacomo, la vecchia e la nuova, sono elementi caratteristici della identità di Battaglia Terme. La proiezione al loro interno è stata autorizzata dalla curia per tramite del parroco Don Edoardo. La proiezione servirà a raccogliere fondi, tramite un’offerta libera dei presenti.

I prossimi appuntamenti

Sono previste successive proiezioni, in occasione di diversi eventi.

La prima nazionale è prevista a Padova, al cinema Lux, giovedì 1° dicembre 2022 alle ore 21.00.

Ci si augura che la storia dei barcari possa essere portata avanti per le prossime generazioni, con la speranza che i temi della navigazione fluviale e della risorsa acqua vengano sempre più valorizzati.

Clicca qui per la locandina dell’evento


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *