La navigazione turistica fluvio-marittima: la “Remada a Seconda” e il progetto “Adriatic PorTLand”

Pubblicato da museonavigazione il

La navigazione turistica fluvio-marittima è il tema di un articolato momento di incontro “Exchange Lab” a Battaglia Terme, il 24-25-26 Maggio 2024, in occasione dell’evento “Remada a Seconda” al quale partecipano anche i partner del progetto “Adriatic PorTLand”, finanziato con un bando del programma Interreg Italia-Croazia: Comune di Cesenatico (proprietario del “Museo della Marineria”), Comune di Mošćenička Draga (che gestisce il locale “Ecomuseo”), “Ecomuseo della Batana” di Rovigno, Associazione TVB (Traditional Venetian Boats) di Padova che gestisce il nostro Museo della Navigazione Fluviale qui a Battaglia Terme.

L’obiettivo del progetto “Adriatic PorTLand” è l’integrazione della navigazione interna con quella marittima lungo le coste dell’Adriatico, per sviluppare il turismo nautico tra Italia e Croazia, particolarmente a beneficio di quello fluviale, in Italia meno praticato rispetto a quello di costa. Gli aspetti centrali della sinergia, proposta dal progetto “Adriatic PorTLand”, sono la navigazione e la nautica tradizionale: barche in legno, voga alla veneta, vela al terzo. Questi, sono stati da sempre gli elementi che hanno dato impulso agli scambi commerciali nell’alto Adriatico, andando a diminuire dopo gli anni Cinquanta, sopravanzati dalla modernità e dalla motorizzazione stradale.

Oggi il concetto della sinergia fluvio-marittima ritorna di attualità per le vicende geopolitiche che minano l’economia globalizzata, facendo emergere l’economia del bacino del Mediterraneo, supportato dal trasporto merci costiero, ottimizzato da imbarcazioni adatte contemporaneamente a navigare nel mare e a risalire i fiumi. La pianura padano-veneta in connessione con l’Adriatico è un’area di sicuro sviluppo, perché dotata di vie fluviali di navigazione che sfociano nel mare.

Il turismo nautico della costa è un volano economico consolidato, mentre la navigazione interna è ancora limitata.  La navigazione diportistica tradizionale ancora esistente può contribuire alla valorizzazione poiché supporta la sostenibilità, la cultura, l’ambientalismo, la tutela di piccole comunità lungo i percorsi d’acqua, oggi aspetti di interesse.

Il programma dei 3 giorni a Battaglia Terme prevede momenti di confronto (Exchange Lab) teorici ed esperienziali delle delegazioni italiane e croate con tecnici, studiosi, operatori, coinvolti culturalmente e operativamente nelle tematiche trattate, chiamati a portare il loro contributo (è stato escluso il mondo politico-amministrativo per i vincoli normativi previsti per le imminenti elezioni locali e europee).

La manifestazione “Remada a Seconda”, alla sua 42 edizione, organizzata con la partecipazione di ben 7 Comuni distribuiti lungo le acque del fiume Bacchiglione, consiste nello scendere un tratto delle acque del fiume Bacchiglione col favore della corrente a bordo di barche prive di motore. E’ una esperienza da comprendere ed approfondire. Peraltro, il percorso del Bacchiglione, da Vicenza a Padova, circondando i Colli Euganei, fino al mare e alla Laguna di Venezia, connettendosi con tutta la pianura padano-veneta, è ricco di stimoli. Ad esempio l’ideale percorso palladiano, per le origini di Andrea Palladio e le sue opere (le famose ville venete) e il suo stile e metodo preso a riferimento in tutto il mondo (si veda la risoluzione degli Stati Uniti sul Palladio). Oppure, direttamente collegato alle barche tradizionali, al trasporto di merci, è la classificazione di Via del Sale e dello Zucchero che il Bacchiglione ha assunto, nel tratto a valle dei Colli Euganei.

Battaglia Terme è definita come la porta fluviale dei Colli Euganei, sede portuale complessa fin dal Medioevo, snodo fluviale, oggi candidata a ricevere le crociere o i tour giornalieri fluvio-marittime che risaliranno dalle coste dell’alto Adriatico e dalla laguna di Venezia, con potenziali circa 20 milioni di passeggeri all’anno….. fatto però possibile solo dopo che dragheranno l’alveo del Bacchiglione, per recuperare le quote del fondale, cresciute negli ultimi decenni per mancanza di manutenzione.

L’elaborazione di quanto potrà emergere in questi 3 giorni, aiutati da un questionario che invitiamo chi legge a scaricare, compilare e spedire via e-mail (vedi allegato), sarà oggetto di un altro incontro a Battaglia Terme, a fine anno 2024, alla presenza anche dei politici, per illustrare una una proposta di strategia transnazionale per concretizzare lo sviluppo della navigazione fluvio-marittima fra Italia e Croazia.

Per informazioni rivolgersi a Associazione TVB e-mail: traditionalvenetianboats@gmail.com

Allegati:

TVB APL QUESTIONARIO Exchange Lab – BT 24 may 2024 ITA

TVB APL Program Exchange Lab – BT 24-25-26 may 2024 ITA