Il Giappone studia, al Museo della Navigazione Fluviale, le vie d’acqua navigate dai barcari di Battaglia Terme

Pubblicato da museonavigazione il

Venerdì 16 Agosto u.s. una delegazione giapponese del dipartimento di architettura dell’Università “Kindai”, campus di Hiroshima (Giappone), composta dalla professoressa Aya Hiwatashi e dagli studenti Otani Akifumi e Yoshida Takumi, ha visitato il Museo della Navigazione Fluviale di Battaglia Terme.

La guida del Museo è stata Ilaria Albertini.

All’incontro hanno partecipato anche il fondatore del Museo, Riccardo Cappellozza, e Maurizio Ulliana, presidente dell’associazione TVB che gestisce il Museo. 

La visita è avvenuta in lingua italiana, stante la perfetta conoscenza del nostro idioma da parte della professoressa Hiwatashi, che poi traduceva in giapponese agli studenti.
L’obiettivo della visita nel Veneto, ed in particolare a Battaglia Terme, era lo studio della idrografia veneta e della navigazione lungo i corsi d’acqua. 

Oltre alla visita del Museo, per conoscere la storia della navigazione interna, con la super introduzione di Cappellozza, testimone diretto dell’epopea dei barcari, i partecipanti hanno voluto conoscere da Ulliana la storia di Padova e del sistema difensivo veneziano cinquecentesco, realizzato in parte proprio lungo un corso d’acqua costruito già nel medioevo per la navigazione, il canale Piovego.
Lo studio della nostra realtà consente la comparazione con il sistema giapponese. 
La professoressa Hiwatashi ha sottolineato come, nel nostro contesto, si possano cogliere le molteplici stratificazioni dell’evoluzione continua nel tempo del territorio e della navigazione interna, a differenza del Giappone, a detta della professoressa, storicamente più conservatore ed immutato per lungo tempo. 

Sono oltre 10 anni che, periodicamente, il nostro Museo è visitato da delegazioni provenienti dalla Kindai University, dipartimento di architettura, che in passato aveva anche dedicato una pubblicazione alla rete fluviale navigabile (il libro in lingua giapponese è disponibile presso la biblioteca di Battaglia Terme).

Al termine dell’incontro c’è stato il tradizionale scambio di omaggi, con la consueta cortesia orientale.

Si conferma il carattere internazionale del Museo della Navigazione Fluviale di Battaglia Terme.
Oltre un 20% di visitatori è di provenienza estera.
Diversi sono i gemellaggi nel mondo con varie istituzioni.

Tutto ciò a riprova che il nostro Museo è un gioiello planetario. 

Da visitare!

“Grazie per il vostro gentile permesso! Grazie per aver parlato del passato con noi”. Otani Akifumi.
“E’ stato molto interessante ed è stato bello imparare tante cose sugli artigiani e barcari. Questa è la quarta visita di Yukiala Takuny”.
“Sono stata molto sorpresa quando ho incontrato Cappellozza 7 anni fa. E’ stato molto emozionante”. Aya Hiwatashi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com