Barcari e Colori

Pubblicato da museonavigazione il

Burcio (dx) e Bragozzo chioggiotto (sx)

Quando allo squero (il cantiere) erano terminati i lavori di costruzione ed il burcio era varato, si poteva procedere con i lavori di allestimento e decorazione.

I barcari per dipingere e decorare la loro barca seguivano la tradizione locale, che prevedeva l’uso di colori vivaci ricavati dalle terre colorate e dall’olio di lino cotto, quali il rosso, il verde, il giallo, l’azzurro ed il bianco.

A prua, sotto il brocòn, venivano disegnati gli “occhi” della barca, accompagnati di fianco da simboli come la stella o il disco solare che servivano a indicare la giusta direzione in caso di nebbia secondo le antiche credenze popolari.

Erano poi soliti dipingere le vele color giallo ocra, alle volte arricchite da stemmi di famiglia o decorazioni semplici e tradizionali.

Bibliografia:
La Navigazione Fluviale e il Museo di Battaglia Terme” a cura di Pier Giovanni Zanetti, 1998, La Galiverna


2 commenti

    museonavigazione · 20 Marzo 2019 alle 11:31

    Grazie, cerchiamo di far conoscere il mondo della navigazione fluviale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com